come sempre i complimenti a un grande del mondo forense e non solo tiporto l articolo:

BrutalStego, steganografia semplice ma efficace

Per
divertirmi mi sono chiesto, cosa succederebbe ad un’immagine JPG o ad
un MP3 se inserissi del codice esadecimale o del testo al loro interno,
senza un orientamento ben preciso, insomma una steganografia manuale.
Quindi ho deciso di provare a tradurre in esadecimale una frase:

$ echo “ciao mondo! Uffa sempre questa come frase esempio :)” | xxd -p

6369616f206d6f6e646f2120556666612073656d70726520717565737461
20636f6d65206672617365206573656d70696f203a290a

Ottenendo
la conversione in esadecimale della frase, poi aprendo con un editor
esadecimale una JPG ho provato ad incollare il suddetto codice,
partendo dall’offset 11 (in decimale), salvo l’immagine modificata e
provo a visualizzarla…tutto ok! L’immagine non presenta alterazioni
visibili. 🙂

Se faccio l’operazione inversa:
$ echo “6369616f206d6f6e646f2120556666612073656d70726520717565737461
20636f6d65206672617365206573656d70696f203a290a” | xxd -r -p
ciao mondo! Uffa sempre questa come frase esempio 🙂

Quindi ho pensato di automatizzare il procedimento di steganografia ed è nato bsteg.sh

Fabio Nigi

Advertisements